Smart working da casa: 5 consigli per organizzare la giornata tra lavoro e relax

Smart working da casa: 5 consigli per organizzare la giornata tra lavoro e relax

Dalla scelta degli orari a come pianificare le attività, senza dimenticare le pause e la socialità, ecco i nostri consigli pratici per organizzare tutto al meglio. 

Facile dire “Faccio smart working da casa”, un po’ meno è organizzare questo smart working al meglio, specie per chi, da anni, è abituato ad andare ogni mattina in ufficio, incontrare i colleghi, avere una giornata scandita da riunioni programmate o improvvisate, incontri con il capo, clienti ecc…. Tutte attività che spesso avvengono dal vivo. 

Quando si lavora da casa, neanche a dirlo, tutto questo non è possibile e bisogna fare i conti con se stessi e con le proprie capacità organizzative. Specie perché, tolto il tragitto casa-lavoro e la pause con i colleghi, si rischia in effetti di sedersi alla scrivania e di non staccarsi più. Ecco perché, oltre a organizzare al meglio la propria postazione di lavoro, (di cui abbiamo parlato in questo articolo) è necessario organizzare lo smart working to court, ossia il proprio modo di lavorare, ma in generale la propria giornata.

Ecco allora 5 consigli per vivere questa esperienza al meglio, strizzando l’occhio al tuo benessere fisico ma anche psichico.

1. Datti degli orari

Ok, sei a casa, ma non puoi lavorare ininterrottamente dalle 8 alle 20 e alzarti – forse – giusto il tempo di mangiare. O peggio ancora: farlo davanti al computer. Fai come se fossi in ufficio: datti degli orari. 

La tua giornata lavorativa è di solito di 8 ore? Perfetto: stabilisci che sarà lo stesso anche nel tuo ufficio casalingo. Rendi di più al mattino? Punta su quel momento della giornata, così come può valere anche il contrario: se sei lento a carburare e non hai call con nessun collega, fornitore o cliente, sposta il grosso del lavoro nel pomeriggio. 

Asseconda i tuoi bioritmi, sempre rispettando quelli altrui. Ma, se per esempio, rendi più di notte, perché non approfittarne se sono attività che puoi fare da solo? Purché la tua giornata non inizi alle 8 per concludersi alle 3 di notte. Ecco, darsi degli orari vuol dire proprio il contrario!

2. Pianifica le tue attività

Lavorare da casa dà l’idea – spesso sbagliata – che si possa fare tutto ciò che ci si è prefissati. Può succedere un giorno in cui ti senti particolarmente in forze, ma non puoi tenere questi ritmi a lungo. Pertanto, il consiglio è di pianificare le tue attività, se puoi meglio settimanalmente, altrimenti quotidianamente

Puoi farlo come meglio ritieni: usando Google Calendar, uno strumento come Trello o Google Keep che sono le note di Google. Altrimenti, il buon vecchio foglio di carta con penna va benissimo (scopri le nostre offerte–>https://www.euroffice.it/category/cancelleria/blocchi-e-quaderni). Quando avrai portato a termine un’attività, spuntala pure. Farlo ti permetterà di visualizzare come procede la tua giornata e di avere il colpo d’occhio su cosa resta da fare. L’ideale sarebbe stabilire un tempo per ogni attività, ossia se richiede un’ora, due ore e così via. Ti aiuta nel tuo time management e a pianificare meglio ogni cosa. Ma intanto iniziamo così!

3. Concediti delle pause

Puoi agire in due modi: pianificarle e inserirle nella cosiddetta to do list oppure stabilire che ogni ora, ogni 2 ore o a metà mattinata staccherai gli occhi dal lavoro per concederti una pausa. Anche perché lavorando da casa, ti mancheranno quella pause rigenerative con i colleghi davanti alla macchinetta del caffè. Pertanto, tocca a te organizzarti.  

disegno

Il consiglio è di evitare di fare i lavori casalinghi, ma di prenderti proprio del tempo per te. Puoi fare stretching, un po’ di yoga, leggere alcune pagine di un libro, accendere la radio o se sei in casa con i tuoi figli approfittarne per fare un disegno con loro, preparare i biscotti, un dolce, il pranzo ecc…. Potresti anche coinvolgerli nella tua giornata, dando una sorta di appuntamento a un orario ben preciso. Se sono già grandi abbastanza da sapere leggere l’ora, anche loro aspetteranno con ansia quel momento e soprattutto costringeranno te ad alzarti dalla scrivania. O verranno a chiamarti. Abbiamo una vasta e completa selezione di blocchi e colori per il disegno (scopri le nostre offerte–> https://www.euroffice.it/category/cancelleria/tutto-per-la-scuola)

Puoi anche fare una breve passeggiata, una corsetta, qualsiasi cosa ti faccia stare bene. Purché tu faccia tutto nel rispetto delle regole previste a causa dell’emergenza Coronavirus, ossia in solitudine e stando alla distanza di un metro da chi incontri evitando di tossire o starnutire. 

O se vuoi puoi anche rimandare a fine giornata lo sport e puntare su altro. Quel che conta è che tu faccia le pause giuste!

4. Dai spazio alla creatività

Spesso usiamo tutta la nostra creatività per il lavoro, dimenticando quanto sia bello ingegnarsi anche per se stessi. Se sei a casa di giorno, cosa che appunto prima ti succedeva raramente, puoi approfittarne per fare piccoli lavori di bricolage, sistemare un ripiano della libreria con i tuoi volumi preferiti oppure incorniciare qualche foto. Qui, ad esempio, abbiamo una selezione di cornici che potrebbero interessarti!(scopri le nostre offerte–> https://www.euroffice.it/search?term=Cornici)

Sono tutte piccole attività che richiedono poco tempo, ma che spostano il focus su altro..

Creare qualcosa ti aiuterà non solo a svagare la tua mente, ma ti darà quella bella sensazione di sapere mettere in pratica un guizzo, un’idea che non ha a che fare con la tua professionalità. E sarai così contento che renderai anche meglio professionalmente. Provare per credere ;-)

5. Cura la socialità

Lavorare da casa spesso fa tralasciare quanto sia importante restare in contatto con gli altri. Non parliamo di colleghi e clienti, ma degli amici. Ecco perché sarebbe bene provare a stare con gli altri anche durante la giornata. Un pranzo fuori o un aperitivo sarebbero l’ideale, ma in tempi come questi in cui causa Coronavirus non possiamo uscire se non per necessità primarie, puoi ovviare con una telefonata o magari una videochiamata mentre prendi il caffè. O darti proprio un appuntamento virtuale con gli amici per fare una pausa golosa insieme (una fetta di dolce a distanza) o un brindisi subito dopo lavoro. Non sarà come organizzare una videocall professionale, ma potrai usare gli stessi strumenti per fare qualcosa di più “ludico”. 

E se, fatto tesoro di questi consigli, vuoi provare a organizzare la tua postazione professionale al meglio, in questa pagina trovi tutto il materiale per aumentare comfort e produttività.

Buon lavoro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *