Oggi il meeting si fa in giardino: 5 buoni motivi

Oggi il meeting si fa in giardino: 5 buoni motivi

La parola “meeting” fa subito pensare ad un’aula o ad una sala riunioni dalle pareti anonime, magari anche priva di finestre o addirittura al piano seminterrato, insieme alle sale congressi.

Anche se la tua azienda dovesse disporre delle più belle e stilose sale riunioni al mondo l’inevitabile sensazione che si percepisce al pensiero di un meeting è di staticità. Se non uno sbadiglio ti verrà un forte desiderio di dartela a gambe.

Ma chi dice che un meeting debba per forza essere una tortura o che non si possa far altro che subire apaticamente un discorso impostato?

Durante una riunione dovrebbe accadere l’esatto opposto; l’incontro durante un meeting dovrebbe avere lo scopo di condividere opinioni e sviluppare strategie lavorando in squadra.

Perchè non organizzarlo all’aria aperta?

Una volta prese le sedie e una lavagna a fogli mobili non resta che invitare i partecipanti al meeting e spostarsi in giardino o nel parco più vicino!
Un meeting all’aria aperta potrebbe essere addirittura più efficace!

Stare all’aria aperta….

  1. Significa staccare dall’ambiente di lavoro e percepire almeno la sensazione di aver preso una piccola pausa.
  2. Riossigena il cervello aumentando la concentrazione e diminuendo la sensazione di sonnolenza.
  3. Stimola il pensiero laterale e la creatività. Una stessa situazione se vissuta in contesti diversi può aiutrare a produrre nuove idee.
  4. È rigenerante. Stare a contatto con la natura riequilibra i livelli energetici di una persona rendendola propositiva nei confronti dell’ambiente circostante.
  5. Sarà di sicuro una proposta gradita dal team che non vedrà l’ora del prossimo meeting!

Se si allentano i nervi e i colleghi sono ben disposti d’animo nei collaboratori l’ascolto e lo scambio di idee non potrà che essere più produttivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *