Momenti zen: 5 consigli per allontanare l’energia negativa

Momenti zen: 5 consigli per allontanare l’energia negativa

In tutti gli uffici è capitata quella giornata “no” che inizia sin dal mattino in maniera negativa, in mezzo al traffico, con l’incidente che blocca la tangenziale o con la sveglia che non è suonata.
Si tratta di una di quelle giornate che vengono inspiegabilmente travolte da una strana aura avversa e sfavorevole che influisce sul tuo umore, sul temperamento dei colleghi e sul corso dell’intera giornata di lavoro.

In genere l’atmosfera negativa che si crea in un ufficio non è legata al corso degli eventi, ma all’atteggiamento scarsamente ottimista delle persone che vi lavorano.

Come fare, quindi a tenere lontana l’energia negativa?

Ecco 5 consigli zen:

  1. Non farti coinvolgere. Tendenzialmente le persone che adorano lamentarsi e criticare ciò che gli accade nella vita, senza vedere aspetti positivi cercano il consenso per portare avanti i propri monologhi. La tecnica per non farsi coinvolgere? Ignora e scegli di adottare, per contro, un atteggiamento positivo!
  2. Affronta le difficoltà e le situazioni negative con il massimo dell’entusiasmo. Di fronte a qualsiasi problema scegli di adottare un atteggiamento positivo, propositivo ed ottimista. Gioverà a te, a chi ti sta intorno e sarà lo spirito propulsivo che ti suggerirà come risolvere la problematica.
  3. Sorridi più spesso. Tutte le volte che che sorridi il tuo cervello rilascia serotonina, che è l’ormone della felicità: sorridere è, quindi, in un certo senso la via naturale per “indurti” ad essere felice.
  4. Fai ciò che ami. Stilare una lista delle attività che più ti piacciono può essere utile per ritagliarti alcuni momenti in cui rilassarti e stare bene. Momenti in cui leggere, fare sport, cucinare possono essere altamente terapeutici per migliorare il tuo umore, ridurre lo stress e contagiare chi ti sta intorno.
  5. Proponi tu stesso argomenti di conversazioni positivi. Le persone negative sono solite indugiare su alcuni argomenti: delusioni d’amore, difficoltà sul lavoro, problemi in famiglia. La conseguenza è un continuo alimentare un circolo vizioso di energia negativa. Per uscire da questo circolo vizioso può essere utile farti tu stesso promotore di nuovi temi di discussione che alimentino, invece, riflessioni positive e piacevoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *