Come svignarsela da una riunione

Come svignarsela da una riunione

Per molti di noi impiegati “la riunione” corrisponde all’ora della tortura.
Le opzioni, in questi traumatici casi, sono due: imparare a sopportare la noia allenando il proprio livello di resistenza oppure acquisire le migliori tecniche per svignarsela dal meeting.

Ecco un elenco interessante dalle strategie più impegnative a quelle meno elaborate:

1. SPARIRE, MA SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI
a) Fai assolutamente atto di presenza.

È importante preparare il terreno per una colossale ed efficace uscita di scena: tieni per primo un breve discorso o una piccola presentazione di modo che tutti si ricorderanno che eravate lì.
b) Richiama l’attenzione su di te.
Esci e rientra ripetutamente dalla sala riunioni mostrando di non stare bene a causa di un caffè appena bevuto. Assicurati che tutti abbiano notato che sei uscito ma tornato.
c) È il momento di filartela.
La terza volta che esci dalla sala riunioni, non tornare più.

2. ECLISSARSI SVIANDO L’ATTENZIONE
a) Manifesta interesse nell’attesa che inizi la riunione: non te la perderesti per nulla al mondo.

Prima della riunione, dì al capo o ad un collega: “Non vedo l’ora di ascoltare quello che ha da dirci ..”, oppure: “In quale sala si terrà la riunione?”.
b) Siedi lontano dal centro dell’attenzione.
Prendi posto nel lato della sala opposto a quello dove sta la persona che condurrà la riunione, o dove è posto lo schermo su cui sarà proiettata la presentazione.
c) Taglia la corda: fuga!
Quando le luci si abbassano e inizia la presentazione, alzati dalla sedia senza far rumore. Se ci sono sedie vuote intorno al tavolo, allotanati semplicemente; se invece tutte le sedie sono occupate, ricorda di spostare la tua in modo che nessuno noti che è vuota. Lascia la sala ma tieniti pronta una scusa credibile.

3- SVICOLARE DA SOTTO IL TAVOLO
a) Valuta dimensioni e forma del tavolo.

Il tavolo da conferenza ideale per fuggire è quello rettangolare, da almeno 12 persone e con alcune sedie lasciate vuote. Se il tavolo non è al completo, i partecipanti tendono a raggrupparsi al centro o a una delle estremità del tavolo, di solito lasciandone una o entrambe libere per una via di fuga.
b) Scivola sotto il tavolo.
Attendi il momento in cui nessuno ti sta guardando e scivola furtivamente dalla sedia.
c) Gattona.
Avanza a quattro zampe verso la via di fuga, Evitate di urtare tibie, piedi o le scarpe di qualcuno. Se vi scoprono, dite che stavate cercando la penna.
d) Segui con attenzione la conversazione.
È  probabile che l’estremità del tavolo sia molto vicina alla porta. Aspettate finché qualcuno seduto all’altro lato non incomincia a parlare: tutti si volteranno in quella direzione.
f) Esci dalla sala.
Quando la via è libera, sempre a gattoni esci in corridoio e allontanati.

Se i tuoi piani di fuga non dovessero avere successo, versati una tazza di caffè tiepido sui pantaloni. Oltre a conquistare la simpatia dei colleghi, avrete una scusa perfetta e ben visibile per abbandonare la riunione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *