Arredare l’ufficio: le tendenze 2015

Arredare l’ufficio: le tendenze 2015

Il 2015 è arrivato portando dietro di sè tutte le tendenze più cool che accompagneranno il nuovo anno.
Per tutti gli interior design addicted siamo andati, allora, a rovistare tra le ultimissime novità e abbiamo scoperto quali saranno i colori, i tessuti e le scelte di design di maggiore tendenza che primeggeranno durante l’anno che è appena iniziato.
Arredare un ufficio non è affatto semplice perchè implica un tipo di scelte che, al tempo stesso, soddisfino le esigenze di design e gli aspetti pratici e funzionali che un luogo di lavoro evidentemente richede.

Stai pensando di rinnovare l’arredamento del tuo ufficio? Ecco gli ultimi consigli del momento!

Il tema principale che la farà da padrone in questo 2015 sarà la natura intesa sia come colori il più possibile simili a quelli offerti dalla natura sia come materiali degli arredi.
Dovremo dimenticare, quindi, l’abbinamento bianco e nero, ormai sin troppo utilizzato negli ultimi anni, e far spazio a colori quali il cachi, le varie sfaccettature del verde o dell’arancio, i colori della terra e dell’azzurro cielo.
Tuttavia sembra che il total white persisterà comunque seppur sia già stato uno tra i protagonisti indiscussi dell’ultimo decennio!

Per quanto riguarda la scelta dei materiali la naturà sarà sempre in primo piano; ciò si traduce ad esempio in una preferenza per il legno di recupero, la pietra naturale che conserva una certa bellezza senza tempo e al tempo stesso resistenza e durata nel tempo, la pelle per sedie e poltrone, il vetro oppure l’accostamento tra loro di ciascuno di questi elementi.

In aggiunta farà il proprio ingresso nel 2015 il riciclaggio creativo ed eco friendly: mobili di seconda mano riciclati in modo creativo per gli uffici più stilosi, magari abbinati ad elementi d’arredo contemporanei. Persino le piante e i fiori potrebbero essere una chicca da usare in funzione di complementi d’arredo “naturale”.

Ricordiamoci però che un ufficio arredato in stile “eco” deve, chiaramente, essere sempre sostenuto anche da comportamenti green da parte degli utenti e dei lavoratori. Via allora alla riduzione degli sprechi e attenzione ai consumi energetici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *